Provincia autonoma di Trento

Nuovo Protocollo bis

   

Con Deliberazione della Giunta provinciale n. 2278 del 22 dicembre 2020 , è stato approvato lo schema di Protocollo d’intesa tra Provincia autonoma di Trento, Cassa del Trentino S.p.A., Banche, Confidi ed altri Intermediari finanziari per il contenimento degli effetti negativi causati dal perdurare dell’emergenza sanitaria COVID-19 e la promozione della ripresa economica del Trentino (Protocollo bis). Anche per contrastare gli ulteriori effetti sull’economia locale delle misure di contenimento della cosiddetta “seconda ondata” della pandemia da COVID-19, attraverso questo strumento vengono pertanto estese oltre il 31 dicembre 2020 le misure previste dal precedente Protocollo.

E' online la Piattaforma informatica per presentare la richiesta di finanziamento e la relativa domanda di contributo. Le domande potranno essere presentate a partire dal 18 gennaio 2021 e fino alle ore 17:00 del 30 giugno 2021. Scopri  come fare domanda .

   

SOSPENSIONE RATE O RINEGOZIAZIONE

Viene innanzitutto recepita la normativa nazionale che dispone l’allungamento automatico delle moratorie senza l’adempimento di alcuna formalità da parte degli operatori economici, fatta salva l’eventuale rinuncia da comunicare all’istituto finanziario.

Pertanto, le banche e gli intermediari finanziari aderenti al Protocollo bis potranno riconoscere agli operatori economici che abbiano fatto richiesta ai sensi del Protocollo previgente o che ne facciano specifica richiesta, la sospensione delle rate di mutui / canoni di leasing in essere alla data del 31 gennaio 2020 (optando tra sospensione dell'intera rata o della sola quota capitale) sino al dodicesimo mese dalla data concessione, e comunque, nel rispetto della tempistica e dei limiti massimi consentiti dalla normativa tempo per tempo vigente o dagli accordi tra ABI e rappresentanti delle categorie economiche senza oneri aggiuntivi per il mutuatario.

FINANZIAMENTI RIPRESA TRENTINO

Con questa misura banche e gli intermediari finanziari aderenti renderanno disponibili linee di finanziamento chirografarie a tasso fisso per i primi 24 mesi, per concorrere al fabbisogno di liquidità relativo all’emergenza COVID-19 e riguardante investimenti e/o capitale circolante, coerentemente alla regolamentazione applicabile.

Sono confermate le medesime tipologie di interventi del precedente Protocollo, ma con alcune innovazioni:

  • per le linee BANCHE 3 e FSTAA sono stati previsti dei tassi massimi inferiori (0,85% anziché 0,90%);
  • l’operatore economico richiedente deve avere la sede legale o le unità operative nel territorio provinciale alla data del 24 marzo 2020, tenendo presente che questo requisito si riferisce al soggetto richiedente oppure al soggetto economico
   
Aggiornamenti Protocollo

Vai all' ARCHIVIO

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Informativa cookiescookies